Associazione Culturale Ograhm Minstrels
folk music performing group

|    utenti on line:   |  oggi:   |  da luglio 2006:   |  www.eticostat.it |  version française français English version english |   |
Uno dei numerosi dolmen che si possono vedere in Irlanda

 Il significato degli intrecci e dei nodi per i Celti

G

li intrecci e i nodi per i Celti rappresentano la Continuità della Vita, l'infinito susseguirsi di nascita e morte, giorno e notte, eccetera Per questa popolazione  la Vita non aveva un inizio  e una fine, ma procedeva con continuità e infatti non esistono leggende sulla creazione del mondo nella mitologia celtica. Gli intrecci e i nodi formati da animali, vegetali ed esseri umani o da semplici linee rappresentano lo scorrere dell'energia divina nelle forme, della Vita Unica che incessantemente riempie e vivifica le molteplici manifestazioni materiali. La morte è solo l'abbandono delle forme da parte di questa energia per trasferirsi altrove, per continuare a scorrere Muore chi si identifica con le forme; è immortale chi si identifica con l'Energia della Vita. Gli intrecci rappresentano perciò la Vita, l'energia spirituale, il percorso di crescita, la continuità, la resurrezione, le relazioni con tutti gli esseri (minerali, vegetali, animali, umani e divini), l'immortalità nel movimento, la buona fortuna che deriva dalla capacità di mettere in moto le energie vitali e collaborare coscientemente con esse. Simboleggiano anche il ciclo dell'esistenza nascita / crescita / maturazione / invecchiamento / morte / rinascita e vengono usati come talismani di protezione contro le negatività  e  anche come

rinforzo dell'energia spirituale che vive dentro di noi. Sono anche «mandala» di meditazione (seguendo con gli occhi il loro percorso è possibile entrare in un differente stato di coscienza) come facevano i monaci del cristianesimo celtico che leggevano una pagina del Vangelo e quindi seguivano con lo sguardo le forme degli intrecci a bordo pagina riflettendo sulla lettura e, cambiando stato di coscienza, riuscivano a evocare il significato profondo della Sacra Scrittura e del suo messaggio spirituale.